New design obsession: Eames Chairs

Per la serie “architetta frustata che non potrà mai permettersi il design che tanto brama” un altro oggettino di cui la mia futura casa sentirà immensamente la mancanza (speriamo non per sempre!).

Disegnate da Charles Eames a partire dagli anni ’50 queste sedie si caratterizzano per la differenziazione materica tra scocca e supporto. Ne esistono tantissime varianti, in vari colori, con piedi in metallo o legno, a sedia o a “poltroncina”. Come molte sedute della storia del design contemporaneo, diventate ormai dei “classici”, trovo si sposino perfettamente con qualche elemento tradizionale, ad esempio con un tavolo in legno di antiquariato o con uno specchio con cornice antico. Inutile dire che sono perfette anche in un arredamento totalmente moderno. Insomma le adoro! Attualmente sono prodotte dalla Vitra e hanno la scocca in polipropilene, mentre le prime originali erano in fibra di vetro. Prezzo sui 200 €, comincio a mettere via gli spicci.

 Monochrome interior decor interior design ideasUne maison à faire revivre au Danemarkb beauty eames barataseamesinspired by Blur’s Think thank artwork (via PLANETE...dining tableGrafitgråexpresión-transversal

Luce!

Lo so che le lampade da 1.99 € dell’IKEA vi tentano ma ho deciso di regalarvi comunque una selezione di lampade di design, alcuni dei classiconi,facilmente scovabili nelle foto delle riviste patinate di arredamento. Alcune hanno davvero dei prezziper i comuni mortali inaffrontabili, ma per prima cosa sognare non costa niente e poi, sapendosi un po’ orientare, se ne trovano altre molto belle e ugualmente iconiche a molto meno!

SOSPENSIONE

Lampada Edge di Artemide (fascia di prezzo 125-250 €), di effetto e disponibile anche a parete.

Lampada Edge

Lampada FL/Y di KARTELL (125-250 €), disponibile in tantissimi colori (la mia preferita è quella bianca opaca) a me personalmente piace tantissimo ed è proprio ciò che immagino nella mia cucina.

TARAXACUM di CASTIGLIONI della FLOS (2500 € circa), un classicone del design sogno proibito degli appassionati da decenni. Perfetta per illuminare un grande tavolo in un soggiorno importante.

Lampada Taraxacum 88 S1

Lampada Once (in the blue), FLOS ( circa 2000 €), il primo che dice “ah non è dell’IKEA?” in punizione dietro la lavagna!

Lampada Once (in the blue)

FUCSIA 3 di CASTIGLIONI  (ha firmato le pietre miliari dell’arredamento) della FLOS (300-500 €).

Lampada Fucsia 3

NEUTRA di KARTELL (500-625 €), anche questa perfetta nella mia cucina dei sogni.

Lampada Neutra

KARTELL Gè (125-250 €)

Lampada Gè

PARETE

Corrubedo di Chipperfield di FontanaArte (100-150 €), le applique io le amo super minimali, questa direi che è perfetta, soprattutto nella variante bianca.

Lampada Corrubedo

Melete di Artemide (150-200 €)

Lampada Melete

Pochette della Flos (200-250 €), anche qui preferisco la versione completamente bianca, perfetta per illuminare in più punti un corridoio.

Lampada Pochette

DA TAVOLO

Cindy di Kartell (150-200 €), la lampada da comodino perfetta, di dimensioni non troppo grandi e disponibile in tantissimi colori.Lampada Cindy

Miss K di Stark, Flos (150-200 €)

Lampada Miss K

Bourgie, Kartell (200-250 €), il sogno di ogni principessa, è anche nella cameretta di Serena Van Der Woodsen e in quella di Sarinski.Lampada Bourgie

DA TERRA

Arco di Castiglioni, Flos (circa 2000). Lei, la regina delle lampade da terra, bella, grande, importante (ha più di 2 m di diametro!). Un po’ ingombrante ma se ben posizionata cambia completamente l’aspetto del soggiorno. Se mai riuscirò ad averne un esemplare la tratterò come una figlia.

Lampada Arco

Tolomeo di Artemide versione mega (intorno ai 700 €), uguale alla famosa sorellina da tavolo, o meglio da scrivania, ma un pochino pù alta (238 centimetri!), io avrei un po’ paura di essere inghiottita, ma di sicuro impatto.

Lampada Tolomeo Mega

Allora vi è venuta voglia di partecipare a Shopping night home edition? Marella, quando vuoi…

mixin’

Rieccomi con un nuovo mixin’ di inizio autunno super corposo. Buona settimana e buon freddo umidiccio a tutti!

Giovanna Battaglia

Corri corri Giovanna (Battaglia) felice nel sole, che è ormai un triste ricordo…

Parto con l’attrice del Grande Gatsby, di cui puntualmente mi dimentico il nome, che cambiando il colore dei capelli riesce a risultare ancora più scialba, da non credere.

Carey Mulligan In Alexander McQueen – ‘Inside Llewyn Davis’ New York Film Festival Premiere

Carey Mulligan In Alexander McQueen

Ultimamente the Sartorialist pubblica gente che sembra essere uscita da uno di quei contenitori gialli dove si mettono gli abiti da dare in beneficienza. E non intendo gente con outfit originali o un po’ estrosi, intendo proprio gente allucinante. Insomma così:

92113toes0697web

Ma che per caso va di moda il Tartan (i quadrettoni per intenderci)? No perchè non me ne ero mica accorta.

Collage da blu is in fashion this year

Tentatissima da una camicia di Zara ho resistito stoica, non fosse per altro che al tatto sembrava fatta di carta crespa.

La camicia in effetti è un tantinello inflazionata, preferirei una gonna, magari midi, che mi piacciono un sacco ma poi non metto mai perchè mi sento una segretaria

Ci siamo rassegnate alla scarpa a punta? Se no è meglio farlo al più presto, perchè punte sempre più aguzze ci aspettano.

Scarpe Dior pe 2014

Dior

In un mondo popolato da strambe fashion victim non poteva mancare la versione di plastica. Barbie è sempre sul pezzo e se ne esce con questo esemplare da collezione vestito da  Hervé Léger by Max Azria. Ma è una versione orientaleggiante o semplicemente Barbie ha esagerato troppo con i ritocchini come molte donne dello spettacolo in carne ossa e botulino?

Barbie e i suoi look firmati Hervé Léger by Max Azria

Barbie firmata Hervé Léger by Max Azria

Tornano gli stivali sopra il ginocchio, io scodinzolo fortissimo perchè ne ho un paio molto simili a questi, sia come colore che come forma della punta. Grazie ritorni della moda!

song of style

olivia palermo

Possiamo fare a meno di parlare della collezione Isabel Marant for H&M? Pare di no. A me non colpisce particolarmente e sembra siano pezzi già visti e rivisti riadattati in chiave low cost. H&M anche questa volta non mi avrai!slide_318425_2945714_freeslide_318425_2945712_free

Tra le star è tutina-mania. Ad alcune dona tantissime ad alcune un po’ meno. Che dite, vi sembra una valida alternativa per i red carpet? 

Abbiamo parole per descrivere la bellezza di Michelle Williams in questa campagna Louis Vuitton?

Nessuna app potrà mai sostituire la mia mania per i post it, inutile dire quindi che questa cover con fogliettini integrati per scrivere appunti mi ha conquistato, finisce dritta dritta nella mia lista dei desideri.

STICKABLE-iPHONE-2

da Simple Flair

Necessito ASSOLUTAMENTE di stivaletti, questi mi piacciono molto ma da Zara o non li ho visti o li ho visti e dal vivo mi facevano schifo. L’altezza sulla caviglia è un po’ pericolosa, l’effetto gambetta mozzata è dietro l’angolo.

blackwatch 2

my daily style

MOMENTO INTERIOR

Grande ritorno della carta da parati, io sono un po’ perplessa, non la amo molto. Forse la potrei tollerare solo su una parete nella stanza, come elemento di rottura. Tanto vale che sia particolarissima e colorata, ovviamente se il resto della stanza e total white (o quasi) e super minimal!

 photo 1-scandinavian-apartment-design-deco_zps5d341da6.jpg

Concludo con un’immagine che rispecchia bene l’idea che ho di scrivania dei miei sogni. Devo proprio specificare che la realtà è completamente diversa dall’immagine onirica?

Black&white mixin’

Oggi ho raccolto un po’ di immagini, riguardandole mi sono accorta che sono tutte dominate dal nero alternato al bianco. Lo prendo come un riflesso del mio umore di oggi, altalenante e contraddittorio. Un po’ come il tempo che ci ha regalato (che gentile) pioggia, vento alternati ad afa e caldo. Mi hanno detto che però poi è uscito l’arcobaleno. Sarà, ma io non l’ho visto.

Tessa Bennenbroek

Pensando avanti

Room 407

Caroline Issa

Qualcosa in questo outfit mi attira pericolosamente

Hello new week!

scrivania dei miei sogni (e la montagna di roba che c’è sulla mia dove la metto?)

squared

Atlantic Pacific sempre troppo carina

Versatile Design Solutions Exhibited by Contemporary House in Poland

Perfect chairs

Photo

Faccio finta di non vedere le sneakers

Rayures... en 3DPhoto

Sur le lac Joseph en Ontario

perfect chairs 2

Vanessa Hudgens’ Giuseppe Zanotti Sandals

Evento più unico che raro Vanessa Hudgens senza il tamarro style che la contraddistingue

[INSPIRATIONS] THIS WEEK I LOVED...

cappello mania

Persunmall Aztec Shorts, Sammydress Studded Bag, Wholesale7 White Heels

esigo una bella maglietta con schiena nuda

factory conversion in Berlin | Jelanie

P.S.: Vi consiglio vivamente di leggere il neonato blog della mia amica Giulia, per vivere insieme a lei la fantastica avventura che sta vivendo a New York, invidiandola fortissimo come la sottoscritta.

So many stripes

Bellezze domani me ne vado in vacanza! Vi lascio con una selezione di immagini sulla mania dell’estate: le righe. Non ci sono mai abbastanza magliette a righe nell’armadio di una donna e possiamo sbizzarrirci a “zebrare” anche altri capi e , perchè no, senza esagerare, la casa! Alte o sottiline, danno il meglio in nero, rosso e blu navy, ovviamente su fondo bianco.

stripes on stripesBO BEDREstripes= hand drawn walls and stripesstripes on stripes on stripeshome decor....stripesstripes...hold on tight to your stripes.Stripesstripesstripes and a sparkly statement

stripes stripes and more stripesBright blue and stripes!love the combo of stripes + stacked ringsstripes

old&new

Alzate al massimo l’aria condizionata, sentite freddo? Bene ora immaginate che sia inverno e che fuori ci sia la neve. Fatto? Non vi viene voglia di un bel camino? No? Be’ fa lo stesso, immaginate di averlo, magari antico e di doverlo far convivere con un arredo moderno. Ecco qualche idea.

Tulip

Se vi dico tulipano cosa vi viene in mente? La primavera? L’Olanda? Se siete appassionati di design vi verrà sicuramente in mente il tavolo disegnato da Eero Saarinen per Knoll. La serie, formata anche dalla sedia e dalla poltrona abbinate, ha la caratteristica di non avere “gambe” ma un solo appoggio detto “a bicchiere”. Il piedistallo è in fusione di alluminio mentre il piano solitamente è in marmo ma si può trovare anche in altri materiali.

Un pezzo intramontabile, che si sposa perfettamente sia in contesti moderni che abbinato, a contrasto, con mobili antichi. Personalmente lo preferisco in accoppiata con serie diverrse e non il set completo. Voi che dite?

Il tavolo originale ha un prezzo che oscilla tra i 1000 e i 2000 euro in base a misura e finiture

Se proprio siete innamorati della forma IKEA viene in vostro soccorso con il tavolo Docksta per soli 129 euro

Adorabile versione comodino

Come si fa a non innamorarsene?

Vi propongo un gioco: quali tra gli interni proposti ospitano l’originale e quali l’imitazione?

(immagini da google)