Abiti tossici di H&M, Adidas e altri grandi marchi scopriamo di più

Secondo uno studio portato avanti da Greenpeace ed esposto nel rapporto Dirty Laundry 2, molti grandi colossi, come H&M, Uniqlo, Abercrombie, Adidas, Calvin Klein, Lacoste e Converse, userebbero materiali tossici dannosi per la salute. La produzione riguarda i Paesi asiatici, come Cina, Vietnam, Malesia e Filippina, ai quali tali grandi marchi si rivolgono per realizzare le collezioni. i materiali sotto accusa sono i nonilfenoli etossilati, che altererebbero gli ormoni, causando danni all’apparato riproduttivo.

“I nonilfenoli – ha spiegato la portavoce di Greenpeace – possono contaminare la catena alimentare ed essere assunti dagli organismi viventi, minacciando così la loro fertilità, il loro sistema di riproduzione e la loro crescita. ” Questo vuol dire che non è che portando un capo ci succede chissà che cosa, il problema è che dopo ogni lavaggio, tali sostanze vengono scaricate, gli scarichi vanno nei fiumi e rientrano nella catena alimentare, arrivando di nuovo a noi.

Una piccola riflessione…

viaAbiti tossici di H&M, Adidas e altri grandi marchi scopriamo di più.

Annunci

One thought on “Abiti tossici di H&M, Adidas e altri grandi marchi scopriamo di più

  1. Ciao,riflessione molto interessante, sono rimasta molto stupita del fatto che nell’elenco diffuso da Green Peace, non ci fossero solo brands dai costi bassissimi, ma marche di un certo spessore come Ralph Lauren.Ma dove stiamo andando?
    Lolli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...