Ultime sfilate da Milano

Ancora originalità e glamour dalle sfilate di Milano per la primavera estate 2012…

Giorgio Armani

Eleganza minimal e  linee fluide per la donna femminile e grintosa di Armani. Così i classici tailleur diventano contemporanei grazie ad orli asimmetrici e a tagli a sbieco, mentre gli abiti bustier impreziositi da maxi fiochi rivelano un anima di rete ricoperta di cristalli. I colori sono quelli del mare e dei minerali per tessuti leggeri e lucidi. Forme a sirena per gli abiti e lunghezze dal ginocchio in giù. Sobrietà ma con stile.

 

Dolce e Gabbana

Collezione molto varia che ripercorre la storia dell’Italia e della maison stessa in una cornice di luminarie  come quelle feste patronali nel Sud. Inizia con una serie di capi dalle forme anni’50 (shorts, culottes, gonne a ruota e tubini avvolgenti) stampati con gli ingredienti della cucina mediterranea: pomodori peperoni, melanzane.  Dopo questo inizio allegro ed energetico compaiono tailleur, soprabiti, abiti e shorts dai colori pastello con bottoni decorati di cristalli. Non può mancare la parte dedicata al pizzo, quest volta nero, ricco di applicazioni e decori e ricamato o profilato di nappe. Dopo un intermezzo di PVC trasparente arancio portato sulla lingerie  la sfilata chiude con una serie di capi in tulle e chiffon ricamato di cristalli colorati come le luminarie.

 

Gianfranco Ferrè

Una donna decisa quella di Ferrè che veste di forme scultoree, quasi architettoniche. Pantaloni, abiti, gonne dai tessuti dalle linee fluide e asimmetriche. Colori neutri, bianco, nude, nero con qualche tonalità accesa e qualche sfumatura metallica. A metà strada tra la moda e l’arte contemporanea. Per la sera linee lunghe e sinuose, profonde scollature, trasparenze e piume.

 

Versus

La giovane donna Versus pensata da Christopher Kane è atletica, sportiva, forte ma femminile. Indossa abiti ricamati, trasparenti, lucidi in black&white. Ama mostrare spalle e braccia con oblò che si aprono nella pelle o nel tessuto. Punto focale della collezione i tagli verticali e diritti che mettono in evidenza i colori contrastanti all’interno e fanno apparire gli abiti come se fossero tagliati nella carta colorata. Il punto vita spesso scende sui fianchi mentre si fanno cortissimi i giacchini di pelle. Geometrie e stampe digitali chiudono la sfilata dominata dai colori pastello e da un controllato senso del movimento.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...