Milano fashion week a/i 2012-2013 part.5 (e ultima!)

Ultime passerelle da Milano!!

Dolce e Gabbana traggono ispirazione dalla Sicilia (ma va???) per un look invernale fatto di pizzi, merletti, decorazioni dorate e stampe di affreschi con fiori putti e angeli. Anche qui l’onnipresente velluto e la molto presente pelliccia. Colori principali insieme all’oro sono il bianco e il nero. Interessanti gli accessori: cerchietti e orecchini, gambaletti in pizzo e borse Miss Sicily.

Questa collezione mi fa pensare a una casa piena di bomboniere, centrini e soprammobili e a un’idea di Italia da cartolina per turisti…

Ispirazione un po’ biker, un po’ torero un po’ ’60, un po’ bon ton per Moschino. Colori forti, nero, rosso, giallo, blu, oro e bianco per lunghezze mini e linee dritte ravvivate dall’attenzione per i dettagli e gli accessori. Collezione fresca e giovane.

Make up e capelli ’60s con riga di eyeliner e cofana cotonata.

Federico Piaggi e Stefano Citron per Gianfranco Ferrè si ispirano alla formazione da architetto del fondatore della maison per definire volumi nuovi e inattesi. Linee complesse definiscono modelli tridimensionali che riescono nella loro complessità a risultare semplici e per nulla pesanti. Il capello spettinato e l’occhio pesto non mi piacciono, stonano un po’.

La sfilata Giorgio Armani gioca sul contrasto androgino-femminile mixando linee maschili a miniabiti colorati, scarpe da uomo a pellicce coloratissime. Capo cult è ancora il bermuda ma abbinato a top colorati e dettagli eccentrici. Accessorio cardine: il cappello fedora. La palette passa dal grigio a tutta la gamma dei colori caldi, soprattutto fucsia e arancio. Una bella sferzata di positività!!!

La linea un po’ gothic di questa moda milanese continua con Roberto Cavalli e i suoi modelli drammatici e un po’ cupi in cui mette insieme materiali, texture e colori diversi. Materiale preferito: la pelle e la pelliccia, di ogni animale (brrrrr). Immancabile la stampa animalier. Per una donna un po’ selvaggia ma per niente amanti degli animali (almeno vivi), hippy ma poco chic.

Nel complesso questa settimana della moda milanese ha portato in scena una bella immagine della creatività italiana fatta anche di colore e divertimento, oltre che di eleganza, professionalità e cura del dettaglio!

Da Milano è tutto, pronti per Parigi????

2 thoughts on “Milano fashion week a/i 2012-2013 part.5 (e ultima!)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...