Dancing’s Grammy awards 2013

Sopravvissuti alla bufera? Io solo pevvoi sì, per regalarvi i miei personalissimi Grammy awards.

Categoria “verde speranza”.

Il verde, forse per scongiurare la crisi, è stato il colore più usato.

Niente mi infastidisce più delle tette che rovinano la linea di un abito. Katy complimenti per la forma smagliante ma quei palloni non li posso vedere.

2013Grammys_KatyPerry
Katy Perry in Gucci

Qualcuno ha apprezzato però.

ellen degeneres peeps katy perrys boobs at grammys 2013 01

Dura la vita all’ombra della sorella maggiore figa, verde “speriamo che me la cavo a non venir paragonata a mia sorella”. Ritenta.

Solange Knowles In Ralph & Russo Couture - 2013 Grammy Awards
Solange Knowles In Ralph & Russo Couture

La vincitrice della categoria è la splendida Florence con l’evergreen (battuttaccia) accoppiata capelli rossi-abito verde. Gli spuncioni danno quell’aria da dragonessa, che su di lei però non disturba. Sarò di parte?

Florence Welch In Givenchy Couture  Grammys
Florence Welch In Givenchy Couture

Categoria “vedo sì vedo”.

Le trasparenze sul red carpet non passano mai di moda ed ecco che Rihanna, recuperata una voluminosa parrucca, ci mostra la sua linea perfetta. Applauso alla stylist che deve essere per forza la fata smemorina di Cenerentola per spiegare le prodigiose trasformazioni sulla piccola zarra canterina.

2013Grammys_Rihanna1
Rihanna in Azzedine Alaia

Riha’ passa la parrucca e pure la tua dieta grazie.

Rihanna: Grammys 2013 Performance of 'Stay' - WATCH NOW!

2013Grammys_KellyRowlandKellyRowland
Kelly Rowland

Kelly e la sottile differenza tra trasparenza audace e trasparenza imbarazzante. A voi la scelta.

Categoria “orgoglio coscione”.

Per questa categoria scendono in campo le campionesse J.Lo e Beyoncè, con due approcci alla questione completamente diversi: Jennifer “milf” Lopez cita la ormai stantia gamba della Jolie (con l’acconciatura che si fa mia sorella quando ha i capelli sporchi).

2013Grammys_JenniferLopez
Jennifer Lopez

Sorprendente invece Beyoncè con pantaloni. Convincente e originale.

2013Grammys_Beyonce
Beyoncè in Osman

Premio speciale “migliore” maschera.

Taylor, dato il periodo dell’anno, ha deciso di mascherarsi. Da dea greca prima e da domatrice di conigli (?) per l’esibizione.

Taylor Swift In j Mendel - 2013 Grammy Awards

taylor swift grammys 2013 performance watch now 01

Premio speciale “una di noi”

Non mi è molto simpatica e  la sua mania di mostrarci le tette ad ogni santissima puntata di Girls la trovo preoccupante ma la visione di Lena Dunham che, con la sue non statuarie forma e altezza, si avvicina a quella patatona lessa della Swift (ma è lei che è stanga o Lena nana?), col suo abito polenta stropicciato sotto la panza, mi ha fatto tanta tenerezza.

lena dunham jack antonoff grammys 2013 couple 05
lena dunham

Premio Spiaggia ’50s

Delizioso prendisole per Alexa, bello il make up.

2013Grammys_AlexaChung
Alexa Chung

Premio tappezzeria

Adele In Valentino Couture - 2013 Grammy Awards

Adele In Valentino Couture

Premio “passavo di qua per caso”

La star di Big Bang Theory sembra appena uscita da un camerino di H&M.

Kaley Cuoco In Amen - 2013 Grammy Awards

Non sono io che sono acida, sono loro che non seguono i miei consigli.

7 thoughts on “Dancing’s Grammy awards 2013

  1. Per quanto non mi faccia simpatia (anzi…), secondo me non è la Perry ad essere esagerata (forse un pochino, va’), ma la modella a non avere tette.
    Cioè, sì, la moda è fatta per le modelle senza forme, androgine perché così i vestiti cadono meglio e blablabla, però tra i due fisici è molto più “umano” quello della Perry. Probabilmente non riesco a farmi capire, ma se quelli della muoda vogliono fare vestiti per preservarne la vestibilità e renderli solo degli oggetti di arte (che, per carità, va benissimo), che lo dicano subito e li mettano in una teca a farli ammirare, senza farli indossare mai da nessuno – o che magari facciano come i bollini per i film per adulti e mettano agli abiti un sistema di classificazione analogo, tipo VM3B (vietato alle maggiori di una terza)!😀

    Carine le tue pagelle, ma questa impostazione fatta di sottotitoli e suddivisione per colori ricorda forse troppo lazitellaacida!😉

    1. In generale gli abiti sono pensati per figure senza seno è vero e non è giusto ma in particolare questo con il taglio proprio lì lo trovo un po’ volgare per un seno abbondante. La suddivisione per colore l’ho usata solo qui perché c’erano molti abiti verdi, per il resto ho sempre cercato di allontanarmi dall’impostazione della Zit, per quanto non sia facile dato che l’argomento è lo stesso! Grazie per il commento!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...