nuovi arrivi

20120615-094037.jpg

New entries nel mio beauty. Avevo bisogno di un nuovo mascara dopo che il Lancome Dolls Eyes mi aveva definitivamente abbandonato (a proposito nel programma “che trucco!” su La5 hanno detto che il mascara dura un mese, un mese?!??), così sono andata nella mia profumeria di fiducia e di certo non potevo uscirmene con un solo acquisto, vi pare?! Così ho chiesto per un mascara nuovo e ho ascoltato tutti i consigli della bravissima commessa con la stessa attenzione con cui i castorini ascoltavano la storia da papà Castoro (ve lo ricordate anche voi questo cartone, vero?). Ne esistessero altre di commesse così, che ti espongono tutte le novità per bene, competenti e non asfissianti. Certo poi ti fanno venir voglia di comprare tutta la profumeria, magazzino compreso, ma sono dettagli. Io, per esempio, da Sephora della mia città non ci vado più. Le commesse ti seguono come degli avvoltoi e in modo non certo discreto controllano tutti i tuoi spostamenti, mi mettono davvero in imbarazzo e alla fine non compro niente! Da Kiko invece ti chiedono se hai bisogno d’aiuto con la verve di chi chiaramente vorrebbe un “no, grazie” e ti lasciano fare da sola, anche perchè quando, vedendole particolarmente annoiate, faccio una domanda vedo il panico nei loro occhi e mi sento rispondere un “non saprei!”. Poco male di solito quando vado da Kiko è perchè so già cosa prendere, in caso contrario è tutto esposto e le commesse sono appunto inutili.

Morale della favola alla fine ho preso il mascara Lancome Drama, con scovolino a “S”, per il momento sembra abbastanza valido. Volume sicuramente accentuato, non ho notato molto effetto incurvante e allungante ma forse sono io che non ho capito bene come funziona lo scovolino ricurvo. Come ho detto non potevo accontentarmi di un prodotto solo. Così ho chiesto per una matita per occhi sul beige da applicare all’interno dell’occhio e che desideravo da un po’. Ovviamente mi ha rifilato quella Khol Clair di Chanel “è l’unica marca che la produce ed è anche in edizione limitata!”. Potevo dire di no? Ovviamente no, inoltre ne avevo letto in diversi blog e mi sono lasciata convincere. Oddio non è che cambi il make up dal giorno alla notte ma un certo effetto di apertura all’occhio la dà (mi sto autoconvincendo vero?).

Chanel ci fa il lavaggio del cervello, è ufficiale. Da quando ho visto il nuovo colore di smalto Holiday me ne sono innamorata e quando l’ho visto esposto alla cassa, a pochi centimetri da me, stavo per cedere. Ma ho resistito perchè il colore è molto acceso e avevo paura di non utilizzarlo abbastanza, dato il costo non proprio economico. La commessa però ha approfittato della mia espressione da “bimba davanti al nuovo modello di Barbie” e mi ha consigliato di provare un colore simile di una marca più economica. Mavala Orange Amazone mi è sembrato l’ideale. Tornata a casa però continuavo a pensare a quanto era più bello, acceso, brillante e perfetto Chanel Holiday. Basta Chanel! Mi stai rovinando! Ditemi che quello che ho preso è un dupe valido, vi prego. E poi è dello stesso colore della mia borsa!

20120615-094057.jpg

20120615-094155.jpg

Buon week end! Io spero di andare al mare…seguitemi su twitter e instagram!

Annunci