Giallo su rosso

E’ da tempo che volevo scrivere un post sugli abiti da red carpet gialli, perchè alcuni dei più bei look indossati dalle star negli ultimi anni sono stati proprio di questo colore. Nella vita di tutti giorni il giallo non è proprio un colore facile da indossare, nel mio armadio credo di non avere neanche un capo giallo adesso che ci penso. Ultimamente è quasi una persecuzione: giallo è l’abito di Emma Stone in una famosa scena di La la land e giallo è anche il celeberrimo abito di Belle della Bella e la Bestia della Disney, ripreso anche nel film a breve in uscita.

Emma Watson in la Bella e la Bestia

E allora ecco una carrellata di star che in giallo hanno fatto la loro figura.

La mia preferita in assoluto è Michelle Williams in un Vera Wang in chiffon plissettato stile anni 30, agli Oscar del 2006 (sono già passati 11 anni?).

Immagine correlata

Bellissima anche Emma Stone in Atelier Versace alla premier di Spiderman. Anche in questo caso un abito dal sapore retrò, plissettato, impreziosito sa cristalli e dal retro sensuale.

 

Immagine correlata

Risultati immagini per emma stone giallo

Curiosità: pare sia stato proprio questo vestito ad ispirare il modello dello stesso colore in La la land.

Risultati immagini per lalaland giallo

E a Emma deve piacere proprio tanto questo colore, l’ha scelto anche per imprimere le sue mani e i suoi piedi insieme al collega Ryan Gosling al Chinese Theatre, in un abito Rochas.

Emma Stone

Altro bellissimo esempio, che conferma l’accoppiata vincente colore giallo e plissè, quello indossato da Lea Sydoux ai Bafta del 2015, di Prada.

Immagine correlata

Indubbiamente il tessuto che meglio si abbina al giallo è lo chiffon, almeno a giudicare dai modelli più sfruttati sul tappeto rosso.

Indimenticabile l’abito a colonna di Renne Zellweger agli Oscar 2001, un meraviglioso Jean Dessès vintage.

Oppure, più recentemente, quello sfoggiato dalla signora Clooney a Cannes di Atelier Versace.

Immagine correlata

Ma non sono le uniche! Gli esempi di leggero chiffon giallo sono infiniti.

Risultati immagini per abito giallo red carpet

Risultati immagini per abito giallo red carpet

Risultati immagini per abito giallo red carpet

Ma bisogna ammettere che anche con modelli più strutturati, il giallo non sfigura per niente.

Ecco adesso voglio un vestito giallo anch’io.

Risultati immagini per abito giallo red carpet

Immagine correlata

Ma la regina inarrivabile del giallo canarino per me rimane sempre lei:

Annunci

perchè Sanremo è Sanremo 2015, serata 3

Niente, non ce  la faccio proprio a non commentare il festival (e per festival intendo i vestiti). Lo faccio su twitter, su whatsapp con la mia famiglia in soggiorno, coinvolgendo persino mia nonna a cui non gliene potrebbe fregare di meno degli abiti da sera (“mi piace questo, è accollato!”).

I look della seconda serata sono stati così interessanti che li salto a piè pari….

Terza serata: cover. Finalmente ascoltiamo qualche canzone decente (mi sono quasi emozionata).

Siamo messi così male che tra le meglio vestite viene inserita spesso anche la Tatangelo dalle magiche forcine volanti, è tutto dire.

La migliore per me rimane Chiara, non so cosa abbia fatto ma è stupenda. Raffinata, bella e di classe. Un applausone a lei e soprattutto allo stylist. Abiti Stella Mc Cartney favolosi.

A Rocio piace vincere facile, sarebbe bella anche nella carta igienica. In un Cavalli lo è ancora di più.

Sempre originalissima la scelta cromatica per le vallette….

Apprezzo lo sforzo di Arisa di essere originale e simpatica, accettando l’impossibilità di essere figa.

Quando ho scoperto che il vestitino dorato di Emma era di Valentino a momenti svengo. Se neppure Valentino ce l’ha fatta, cara Emma, o qualcuno nella maison ti vuole veramente male o sei un caso disperato. Risultato a metà via tra le gemelline di Shining e un Ferrero Rocher premaman.

Per una qualsiasi donna con una taglia di seno oltre alla prima scarsa, anche normodotata di femminilità, un vestito accollato e con vita altissima è la morte.

Sanremo 2015   65mo festival della canzone italiana

Un abbraccio forte a Irene grandi che nonostante le rughe cerca di farci tornare ai primi anni 2000. Grazie del pensiero….

Altra che ci prova a fare l’alternativa è Annalisa in just Cavalli borchiato nero e capelli rosso-mogano-menopausa. Ti preferivo nel pigiamone di Amici.

Bianca Atzei (chi?), colei che verrà ricordata per essere andata al festival in mutande.

Gli abiti della terza serata a Sanremo 2015

Meno male che abbiamo gli ospiti va’, bellissima Vittoria Puccini.

Look Vittoria Puccini a Sanremo 2015

Perchè Sanremo è Sanremo 2015

Ieri ero fuori a cena ma FORTUNATAMENTE davano il festival di Sanremo su maxi televisori è ho potuto intrattenere i commensali con i miei commenti e anche twittare qui e là. Avendo quindi la conferma che per seguire il festival della canzone italiana il sonoro è superfluo.

Emma, compreso ormai che i suoi fidanzati preferiscono portare all’altare “quella che viene dopo”, decide di togliersi lo sfizio dell’abito bianco acquistandolo online direttamente da quei siti che vendono abiti da sposa a 50 €,  tulle 100% poliestere e ricami in plastica made in china. Quando si hanno la sua classe, femminilità e eleganza, l’alta moda non serve…

Anche Arisa punta al risparmio, decide di non acquistare la biancheria intima e, un po’ femminista anni ’60, sfoggia il suo bel vestito senza reggiseno. Arì non ce l’hai una mamma che ti consiglia?!

Doveva esserci un dress code imposto ieri sera, oppure un’epidemia di mancanza di fantasia, perchè non ci credo che per pura casualità si siano vestite (quasi) tutte di rosso e/o nero!

Rocio lo sapeva bene e per non sbagliare ha ordinato 3 magnifici vestiti quasi identici, uno rosso, uno nero e l’altro rosso e nero! Complimenti poi per l’originalità a chi ha deciso di vestire una spagnola da ballerina di Siviglia…

Lei però è figa e può tutto, anche infischiarsene dei consigli di Clio makeup su blush e contouring e presentare il festival truccata da Villi (citazione da ballerina, cercata su google “giselle villi).

Non deve essere stata informata del dress code Chiara che, grazie a Dio, ci butta in faccia il suo fantastico abito giallo. Adoro il giallo per gli abiti da sera (ricordiamo sognanti e con le dovute proporzioni Michelle Williams agli Oscar e recentemente Lea Seydoux). L’ho trovata stupenda, unico dubbio i capelli, non so se erano le luci ma li vedo quasi tendenti al rosa…

Gli abiti della prima serata a Sanremo 2015

Ci troviamo su Twitter per i prossimi commenti!

Sanremo è finito..e adesso che guardiamo?

Avrei voluto guardare e commentare di più ma quella maledetta della vita vera mi ha tenuta lontana dallo schermo e dal blog. Qualche immagine in memoria del Festivàl.

L’outfit più bello della Littizzetto.

Sanremo 2013: vince Marco Mengoni, tutti i look e gli abiti della serata finale, le foto

Scherzi a parte, forse l’abito sfoggiato dalla presentatrice che mi è piaciuto di più è stato questo.Sanremo 2013: vince Marco Mengoni, tutti i look e gli abiti della serata finale, le foto

Bianca perchè?? Perchè quei capelli? Perchè quel trucco – non trucco? Ci vuoi dimostrare che sei bella lo stesso anche dopo esserti fatta lo shampoo con la candeggina? Anche con la riga i mezzo e i capelli appiccicati alla fronte? Cavolo, quanto hai ragione!

Abiti tutti simili accoppiati a improbabili orecchini lampadario – oggestica da chiesa, grazie Dolce e grazie Gabbana.

Sanremo 2013: vince Marco Mengoni, tutti i look e gli abiti della serata finale, le foto

Bianca Balti a Sanremo 2013, la finale del 16 febbraioBianca Balti a Sanremo 2013, la finale del 16 febbraioBianca Balti a Sanremo 2013, la finale del 16 febbraioBianca Balti a Sanremo 2013, la finale del 16 febbraio

Annalisa nel Blugirl più inutile di sempre, quanti anni pensa di avere, 12? 

Sanremo 2013: vince Marco Mengoni, tutti i look e gli abiti della serata finale, le foto

Finte trasparenze per Chiara. Tutto è meglio del completo blu della prima serata.La Galiazzo a Sanremo 2013, 16 febbraio: canta Il futuro che sarà

Vincitore Mengoni, sono contenta perchè la non vittoria dei Modà mi dà speranza nell’Italia. Con già un pizzico di nostalgia salutiamo l’Ariston.